Video

una settimana di vacanze in camper

ecco la prima tappa del viaggio in camper fatto con mia moglie, la prima settimana di aprile,dovevamo andare  a fare il giro del lago di garda , ma le previsioni davano pioggia per tutta la settimana , o quasi . cosi all’ultimo momento abbiamo deciso di cambiare rotta e visto da che parte si prevedeva il sole  ci siamo andati . questa zona la conoscevamo già e qui siamo alle terme di calidario a campiglia marittima. le terme sono servite con un posteggio per camper gratuito con un minimo di servizi , come lo scarico delle acque grigie e nere ed il carico dell’acqua , al costo di un euro 100 lt, d’acqua delle terme e costante ad una temperatura di circa 32 36 gradi ed e piacevolissima anche d’inverno.
le acque di deflusso delle terme attraversano il paese e raggiungono un lago nel quale la temperatura è un po piu bassa ma decisamente non fredda , in questo lago  ci ho visto pescare  e guardando con attenzione credo di avere identificato anche dei pesci tropicali della famiglia dei ciclidi

la prima vera zingarata  , il primo giorno di vacanza in camper la abbiamo dedicata per fare la spesa e gia che eravamo in giro abbiamo fatto una puntatina a piombino.alla fine della passeggiata a mare c’era questa terrazza con una vista stupenda , e visto che avevamo la “casa” al seguito come non approfittare di questo panorama , abbiamo pranzato godendo del clima e della vista sull’elba e abbiamo anche avuto ospiti, dopo un doveroso pisolino siamo ripartiti per la nostra meta termale a campiglia marittima

dopo due notti passate nella piazzola di sosta delle terme di calidario . controllo le previsioni col cellulare e danno in arrivo una perturbazione , mentre a levante il sole ancora tiene ,
punto il muso del camper verso est , e siccome una signora con cui mi sono fermato a fare due chiacchiere mi ha detto che massa marittima è un bel paese con un centro storico che vale la pena essere visto , ci siamo andati . in effetti il centro e davvero bello ,

sulla strada che porta a levande non potevamo rinunciare e passare da siena , ci siamo stati purtroppo troppo poco , perche siamo arrivati di pomeriggio , e la sera bisognava anche trovare un posto dove dormire , col camper non puoi dormire ovunque , o meglio lo fai a tuo rischio e pericolo, alla fine per 20 euro siamo andati in una piazzola del comune semi attrezzata ma silenziosissima, ce ne era un’altra ma in pieno centro e con le macchine che ti sfrecciavano intorno. l’indomani abbiamo scoperto che avremmo potuto anche fermarci gratis , bastava arrivare dopo le 20. siena è molto bella e vale la pena di tornarci con piu calma

intanto mentre cercavo di mettere insieme questo articolo di è rotto il mio pc ,ho dovuto sostituire l’H.d. con conseguente perdita dei miei video, e devo continuare questo lavoro con le foto scattate da mia moglie. ( non posso rinunciare ora che sono a metà)

bene , partiti sa siena il mattino dopo ,mia moglie esprime il desiderio di visitare le valli del comacchio, ma visto che abbiamo ancora tempo utile decidiamo di girovagare un po per la zona, senza perdere il riferimento della meta, cosa c’e sulla strada? AREZZO !  e cosi ci facciamo una puntatina. simpatica la cosa che abbiamo trovato le scale mobili     ( come del resto anche a siena) che portano al centro , e devo dire che arezzo non ha niente da invidiare a siena in storia e bellezza dei palazzi. per non parlare dell’orologio sulla torre , ancora perfettamente funzionante , on’opera d’arte di meccanica , io credo che adesso con i mezzi che abbiamo e la tecnologia a disposizione , un’opera cosi complessa non riusciamo a farla! bello davvero!

I created this video with the YouTube Video Editor (http://www.youtube.com/editor)
lasciata siena verso sera decidiamo di avvicinarci alla meta ma passando per s. marino.
siamo dei pasticcioni e le cose facili non ci piacciono, ci piacerebbero ma non riusciamo mai. il navigatore dice che non siamo lontani ma tra l’autostrada e le strade interne preferiamo le seconde, tanto in un paio di ore arriviamo , solo che……………ad un certo punto ,nonostante il navigatore dicesse di svoltare a destra, vedo un cartello s. marino a sinistra, non ci penso nemmeno e giro a sinistra. iniziamo una salita bella ripida davvero, la temperatura comincia a scendere, ma noi andiamo. continuiamo a salire e la strada si fa tortuosa e stretta , incrociamo camion e corriere , provo molto disagio nello stringersi per passare con due mezzi nella stessa carreggiata, poi vediamo un cinghiale , la neve, e comincia a far buio e il paesaggio è lunare. pero’ siamo scollinati ora comincia la discesa e quanto manchera’? se il navigatore diceva due ore , e noi viaggiamo da tre saremo quasi arrivati………. ormai e buio! ad un certo punto , e meno male che era segnalato, manca la carreggiata, una frana si era portata via la mia corsia di marcia , vabbhe dai andiamo avanti ,la discesa e anche piu ripida della salita , con curve a gomito strette strette, ancora qualche minuto e il camper comincia a fischiare, FERMARSI IMMEDIATAMENTE OLIO DEI FRENI INSUFFICIENTE compare questa scritta nel quadro; mia moglie si è innervosita un po! ma fermarsi e dove , qui e una curva unica e la strada e stretta che se incontro qualcuno non passiamo ne io ne lui.
ancora qualche metro e finalmente uno slargo mi fermo e spengo il motore.
ormai è buio pesto , ci guardimo un po in giro e non è proprio possibile fermarsi li a dormire poi …….. nel nulla! noi che i primi viaggi in camper andavamo a dormire nei campeggi perchè in strada è pericoloso.
metto in moto e…….. miracolo! la lucina si e spenta e anche la scritta intimidatoria è sparita. per fortuna di discesa ce ne era ancora poca e siamo arrivati in una normale strada di montagna che in quel momento ci sembrava una autostrada, ma dovè s marino? il navigatore continua a dire che mancano due ore , come quando siamo partiti? puo essere?
finalmente tracce di civilta e ci avviciniamo a un paese, piu avanti incrociamo anche una persona! la fermo! scusi dove siamo qui? frittole quasi 1500! la situazione era questa !!!! sembravamo usciti dal film ” non ci resta che piangere”

dunque per s marino manca ancora parecchio siamo nelle vicinanze di s, agata , c’è una piazzola per camper ai piedi del paese . bene una bella notizia sono stanco ho fame e guido da 4 ore, se non che la piazzola è deserta buia e isolata , il posto ideale per un camperista, me ne vado e cominciamo a disperarci, atraversiamo il paese , è notte ed è deserto quando nella piazza del paese vedo , un chiosco che fa panini e due corriere da turismo…. mmmmmmmm vado a vedere, dico a mia moglie!

scendo dal camper e vado a parlare con la signora dietro il bancone , e chiarito che non mi andava di fermarmi nell’area per camper perche ero solo ed isolato mi dice ” si fermi qui , il paese è tranquillo , ma domani mattina ci sara il mercato , quindi quasi tutti i posti del piazzale saranno occupati dalle bancarelle, se non volete che il vigile domani mattina alle 4 vi venga a bussare alla porta mettetevi in quell’angolo” mi indica un posticino ai bordi della piazza ma sotto un lampione che illumina a giorno , mi convinco immediatamente e posteggio per la notte, finalmente mia moglie cucina mangiamo e a nanne.
il mattino seguente ci svegliamo tardi e si sentono i tipici rumori dei mercati in lontananza , appena ho le forze apro un oscurante della mansarda e scopro che siamo proprio a fianco al mercato, non ci siamo nemmeno accorti di quando sono arrivati di quando hanno cominciato a montare le bancarelle e nemmeno di quando sono cominciati ad arrivare i primi avventori.
prendo un caffè ed esco dal camper per fumare una sigaretta, meraviglia!!!!!!!.
siamo in un parco bellissimo molto grande e anche molto ben tenuto, ai piedi di un paesino medioevale che sembra un presepe, e il mercato comincia a incuriosire mia moglie, che si prepara ed esce per girare fra le bancarelle! dopo un po la seguo ma quando la incrocio la trovo davanti a un edificio che curiosa nel piccolo porticato, sembra una chiesa ma non vedo le caratteristiche porte con manifesti o altro che ti danno la certezza di entrare in una chiesa , appunto. un signore a quel punto ci fa cenno di entrare e scopriamo che si tratta di un teatro , non facciamo in tempo a mettere in ordine le idee che comincia a raccontarci la storia del posto , del paese, le origini del suo nome , e a spiegarci che questo è il teatro piu piccolo d’italia, particolare perche costruito unicamente in legno e da’ una acustica eccezionale al punto che molti attori fra cui anche gasman ha recitato li delle poesie per la rai
dopo questa botta di cultura , e la piacevole chiacchierata facciamo un giro per il pese , e scopriamo che sa agata e una meta turistica molto apprezzata per i suoi mercatini di natale , la sua storia , i ruderi di un castello settecentesco, e delle fontane artistiche sparse per il paese ,
insomma proprio un bel posto!

lasciamo a malincuore s. agata feltria in tarda mattinata ma contenti e raggiungiamo la meta di s marino. qui io sono rimasto deluso, di san marino vedi poco perchè è un negozio unico con vetrine colme di souvenir per turisti, che sono anche tanti e non mi spiego perchè oltre il paesaggio e qualche bel palazzo non c’e niente che mi attragga.
una nota positiva la devo fare invece, all’organizzazione, perche chi arriva come me in camper o macchina trova con estrema facilita un posteggio ai piedi della rocca e tanto attrezzato per i camper che ho anche fatto rifornimento acqua 1 euro 100 lt. dal posteggio poi e molto facile raggiungere il paese perchè a servizio dei turisti ci sono una serie di ascensori gratuiti , e dall’altra parte abbiamo scoperto addirittura una funicolare ( in foto) .

in poche ore abbiamo visto tutto e ormai s, marino era anche diventato noioso e monotono quindi nel tardo pomeriggio decidiamo di scendere per cercare un posto dove pernottare e visto che abbiamo ancora luce ed energia consideriamo come al solito di avvicinarci il piu’ possibile alla meta finale, seguo le indicazioni per rimini e ad igea marina trovo un campeggio attrezzato per camper, al costo di 13 E luce e pernottamento . Peccato perchè mia moglie avrebbe voluto fare una passeggiata in riva al mare, dopocena……….ma si e messo a piovere, cosi seratona di tablet

Il mattino dopo raggiungiamo comacchio e le sue bellissime valli.

qui mi dispiace molto aver perso i miei filmati, e le foto di mia moglie non danno merito alla bellezza del posto, non me ne voglia mia moglie ma ho deciso di mettere un filmato copiato da y.t molto bello, e che dice ,con le sue immagini, molte piu cose delle mie descrizioni

Purtroppo è finita la vacanza , e la notte la abbiamo passata nel paese di s alberto , dove non c’e una sosta per camper ,ma nel nostro girare per trovare un posto adeguato abbiamo notato un camper con la veranda aperta in un piazzale ci siamo affiancati , e dopo aver chiesto alle due signore che lo abitavano se avevano l’intenzione di passare la notte li , ci siamo resi conto che avevano al seguito due cagnoni enormi , a quel punto rassicurati di avere compagnia e in piu la guardia dei due cani , ci siamo fermati anche noi.

Una risposta a “una settimana di vacanze in camper

  1. hoooooooo che soddisfazione finalmente riesco nuovamente ad usare il mio w.p. , lo hanno davvero migliorato e reso piu intuitivo ,con meno limiti.
    anche se io continuo a non voler pagare niente per questo spazio!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...