poecilia reticulata copiato da http://acquagliari.wordpress.com/

Nome: Poecilia Reticulata, noto come “guppy”
Diffusione: Centro/sud America
Dimensione: 5 cm
Alimentazione: Onnivoro
Dimorfismo sessuale: i maschi hanno il genopodio, le femmine la macchia gravidica
Riproduzione: Ovoviviparo
 
ALLEVAMENTO IN ACQUARIO:
Temperatira: 18-28 °C
Acqua: PH 7-8.5 GH superiore a 12°
 
DESCRIZIONE:
E’ il pesce per principianti per eccellenza. Viene consigliato a chiunque voglia avvicinarsi al mondo dell’acquariofilia. Molto attivo e colorato, si riproduce facilmente senza particolari accortezze e si adatta abbastanza bene a una grande varietà di valori d’acqua. Una specie che regala grandi soddisfazioni. Negli ultimi anni si sta diffondendo la pratica di incrociare e selezionare specie particolari (guppy show) per farle gareggiare in apposite manifestazioni.
Esistono diverse tipologie di guppy che si differenziano prevalentemente per la forma della coda. Molte di queste caratteristiche sono recessive e si perdono in seguito a incroci tra soggetti con caratteristiche diverse. Si consiglia di inserire gli esemplari in una vasca di almeno 60 litri con un rapporto di 2-3 femmine ogni maschio per evitare stress eccessivi causati dai continui tentativi di accoppiamento dei maschi. A lungo andare le irproduzioni tra soggetti consanguinei portano ad un indebolimento dei pesci con conseguenti malattie. Si consiglia pertanto di inserire soggetti diversi periodicamente in vasca o di sostituirli con parte di quelli già presenti.
 
 
 
RIPRODUZIONE E DIMORFISMO:
Il dimorfismo sessuale è molto evidente. L’organo riproduttore del maschio (genopodio) sostituisce la pinna anale che invece è ben in vista nelle femmine. La riproduzione di questa specie è forse la più semplice in assoluto. Basta inserire in una vasca un maschio e una femmina per vedere subito un accoppiamento. Il ventre della femmina si ingrossa e la macchia gravidica diventa sempre più evidente. Dopo circa 28 giorni (numero variabile in base alla temperatura dell’acqua e altri fattori) nascono gli avannotti già formati e autosufficienti in numero variabile in base all’età della femmina (sino a 100). La predazione da parte dei genitori è molto frequente. Alcuni consigliano di inserire la femmina prissma al parto in una apposita sala parto che separa gli avannotti al momento della nascita proteggendoli dalla voracità della madre. Questa pratica però è da sconsigliare in quanto la madre potrebbe subire un forte stress causando potenziali problemi di salute a lei ai piccoli che potrebbero portare ad una morte della femmina o ad un aborto. Per ovviare questo problema e avere un discreto numero di avannotti senza separare i genitori basta inserire in vasca piante a cespuglio come la cabomba caroliniana o simili in grado di fornire un riparo ai giovani avannotti per i primi giorni sino a quando saranno in grando di sfuggire alle fauci dei compagni di vasca più grandi. Se correttamente alimentati gl iavannotti inizieranno a colorarsi già dopo il primo mese (prima i maschi) e raggiungeranno la piena maturità sessuale già dopo 2 mesi. Si consiglia di tenere separati maschi e femmine per almeno 2-3 mesi per evitare che una possibile riproduzione danneggi fisicamente una femmina ancora troppo piccola.
 
Fonti:
http://acquagliari.wordpress.com/

2 risposte a “poecilia reticulata copiato da http://acquagliari.wordpress.com/

  1. Fare un bel “copia e incolla” da un altro blog senza nemmeno renderlo noto all’autore non è il massimo. Sopratutto perchè ho scritto questo articolo basandomi sulla MIA esperienza.

  2. Alla fine del post scrivi:

    Fonti:
    http://acquagliari.wordpress.com/

    ed va bane così.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...